#news

Sebbene lo scorso anno Intel abbia investito $ 1,5 miliardi aggiuntivi per aumentare la sua produzione a 14 nm, sembra che i suoi problemi di approvvigionamento non saranno risolti fino alla seconda metà di quest'anno. La società ha ammesso giovedì durante la sua teleconferenza sugli utili che le difficoltà di approvvigionamento continueranno per tutto il terzo trimestre dell'anno.


"Abbiamo aumentato la capacità di migliorare la nostra posizione nella seconda metà, sebbene il mix di prodotti continuerà a rappresentare una sfida nel terzo trimestre, poiché i nostri team allineano l'offerta disponibile alla domanda dei clienti", ha affermato Robert Swan, CEO di Intel.

A causa della domanda record di server e processori client ad alte prestazioni dello scorso anno, Intel ha incontrato difficoltà nel soddisfare la domanda di questi prodotti nel 2018. Di conseguenza, la società ha dovuto investire $ 1,5 miliardi in strumenti di produzione per aumentare la produzione di CPU e chipset realizzati utilizzando le sue tecnologie di processo a 14 nm in Oregon, Arizona, Irlanda e Israele.

Le priorità scelte da Intel

Per ovvie ragioni finanziarie, Intel ha dato la priorità alla produzione di prodotti di alto profilo come Xeon o Core i7 / i9 rispetto alla produzione di prodotti di fascia bassa, come Atom, Celeron o Pentium. Si prevede che questa pratica continuerà, quindi sarà un po' più semplice ottenere una parte di fascia alta piuttosto che un processore entry-level almeno fino alla fine del terzo trimestre.

Una buona notizia, tuttavia, è che Intel ha iniziato la produzione delle sue CPU Ice Lake-U nel primo trimestre. E, grazie alla sua ottimizzazione della rete di fabbrica, l'azienda può produrre più di tali processori di quanto inizialmente previsto. La produzione in volume di CPU da 10 nm ridurrà la pressione sulla capacità di 14 nm e in misura minore la domanda di prodotti mobile da 14 nm. Di conseguenza, la situazione dell'offerta con i prodotti Intel realizzati utilizzando tecnologie di processo a 14 nm sarà probabilmente migliore nella seconda metà del 2019.